La Napoli City Half Marathon diventa la Napoli Digital Running Festival

Credits: www.napolirunning.com

Caro amante della città Partenopea, la Napoli City Half Marathon quest’anno diventa digitale e cambia nome in Napoli Digital Running Festival 2021! Purtroppo, quest’anno non potremo goderci la corsa percorrendo il lungomare ed i vicoli cittadini più caratteristici, ma potremo comunque prendere parte virtualmente, come con tante altre gare, a causa delle restrizioni Covid che ancora non consentono competizioni di massa in piena libertà.

Possiamo dirlo forte, questa è un’ottima iniziativa per non perdere lo spirito competitivo né rinunciare al divertimento legato alla pratica di questo sport. Inoltre, rappresenta anche un modo per farci sentire parte di una vasta community che spera di poter tornare presto a gareggiare!

Le iscrizioni sono aperte dal 7 febbraio al 7 marzo 2021 e la gara potrà essere corsa in questo arco di tempo. Puoi effettuare l’iscrizione sul questo sito e puoi scegliere tra ben tre eventi virtuali: mezza maratona (21 km), family run and friends (5 km), staffetta twingo (10 km + 11.097 km); in quest’ultima puoi scegliere un partner con cui condividere l’esperienza della mezza maratona, dividendo i chilometri. L’iscrizione comprende materiali di gara digitali (pettorale personalizzato, diploma finisher digitale, playlist ufficiale dell’evento), la medaglia ufficiale sia in formato digitale che fisica successivamente spedita a casa tua, accesso al merchandising ufficiale dell’evento e 5€ di sconto per la Napoli City Half Marathon 2022!

Il bello di tutto ciò è che puoi correre la tua gara ovunque tu voglia e puoi decidere di coprire la distanza della gara in un unico giorno o in più giorni, l’importante è che tu tenga traccia dei chilometri percorsi attraverso un GPS tracker o un’app, in modo da caricare poi i risultati sulla piattaforma.

Ma diamo uno sguardo al percorso di gara abituale, così da prepararci già mentalmente per la prossima edizione tra curiosità e qualche consiglio culinario!

Si parte da viale J. F. Kennedy e si procede per il quartiere Fuorigrotta e per la Galleria di Posillipo: già da quì è possibile guadagnare qualche secondo dato che siamo in leggera discesa, ma occhio a non esagerare perchè la gara è bella lunga! 🙂

Una volta usciti dalla galleria ci troviamo a Piazza Sannazzaro, e visto che siamo nella patria dei pizzaioli ti consiglio la Pizzeria 50 Kalò di Ciro Salvo che si trova proprio in questa zona. Se sei un amante della vera pizza napoletana a ruota di carro, ti assicuro che una volta assaggiata questa pizza non la dimenticherai facilmente!

Colgo l’occasione anche per dirti che da questa piazza puoi percorrere le Tredici Discese di Sant’Antonio, dove una volta arrivato in cima ti troverai sulla Terrazza di Posillipo; ebbene si, la maggior parte delle bellissime foto che vedi in giro raffiguranti il Golfo di Napoli con il Vesuvio come sfondo, vengono fotografate proprio da qui! 

Si prosegue nella zona di Mergellina e sul Lungomare Caracciolo, dove, avvolti da una leggera brezza, possiamo ammirare il mare in tutto il suo splendore che farà da cornice per molti chilometri. 

Si passerà quindi per il Castel dell’Ovo, la struttura più antica di Napoli, dove ci sarà il primo punto di ristoro (km 5). Situato sull’isolotto di Megaride e il suo nome secondo antiche leggende risalirebbe all’uovo che Virgilio avrebbe nascosto al suo interno nei sotterranei, luogo che fu serrato e tenuto segreto perché si narra che avrebbe il potere di mantenere in piedi l’intera fortezza, nonché il ruolo di vegliare sul destino dell’intera città di Napoli.

Il percorso prosegue poi verso il Porto di Napoli, snodandosi su Via Nuova Marina, al 10 km abbiamo il secondo punto di ristoro e subito dopo si arriva al giro di boa, passando per la celebre Piazza Mercato e ripercorrendo di nuovo Via Nuova Marina, fino ad arrivare a Piazza Municipio, dove si trova il Comune di Napoli e, in prossimità, il famoso Maschio Angioino (Castel Nuovo), storico castello medievale e rinascimentale nonché uno dei simboli della città.

Si prosegue per Via Medina passando vicino il Teatro San Carlo per giungere poi nella famosa Piazza del Plebiscito, dove si trova il ristoro del km 15. Qui si affaccia il Gran Caffè Gambrinus, uno dei locali storici più celebri partenopei, quello del vero caffè napoletano nella tazzina di porcellana bollente. accompagnato dalla classica e gustosa sfogliatella, babà, o altre specialità della pasticceria napoletana. 

Approfitto per dirti che pochi metri più avanti puoi trovare Piazza Trento e Trieste, che apre le porte a Via Toledo, da sempre considerata la via più importante di Napoli, colma di negozi e sede di edifici importanti e della Galleria Umberto I, caffè, vari street food come il cuoppo napoletano, pizze fritte, e pizze a portafoglio fumanti, da gustare passeggiando ed immergendosi contemporaneamente nei numerosi vicoletti dei Quartieri Spagnoli. Questi ultimi altrettanto colmi di trattorie dove si può mangiar bene spendendo davvero poco, e fra le tante, la famosissima Trattoria da Nennella, un locale folcloristico dove regna la classica atmosfera divertente napoletana, e dunque molto caratteristica ma da evitare se invece desideri mangiare in tranquillità! 🙂 

Bene, dopo averti fatto brontolare lo stomaco ti ricordo che dobbiamo ancora completare l’ultima parte del percorso di gara, intanto ora sai che il reintegro è assicurato! 🙂 

Lasciandoci alle spalle Piazza del Plebiscito si torna sul lungomare Caracciolo, di nuovo Mergellina, percorrendo ancora Fuorigrotta e il tratto finale con l’arrivo nello stesso punto di partenza, su viale Kennedy.

Beh, possiamo dire di aver fatto un quadro generico nell’attesa della prossima edizione, per il momento ci limitiamo a correre questi chilometri virtualmente. Io personalmente ho avuto modo di correre la 21 km per le strade abruzzesi immerse nella natura che circondano il mio paese, ora aspetto che arrivi la medaglia e la t-shirt ufficiale della gara! 😉

Ti ricordo di iscriverti sul sito https://napoli.realbuzzevents.com/it/ e di caricare poi i risultati sulla piattaforma!

Ti lascio mostrandoti la splendida medaglia celebrativa, che è un chiaro omaggio a Diego Armando Maradona, al sole, al mare, al Vesuvio che fanno da cornice e ai monumenti simbolo di Napoli, come Piazza Del Plebiscito e la Fontana del Gigante. In primo piano la Sirena Partenope che secondo la leggenda si lasciò morire in mare e diede origine alla città.

Mi raccomando, rimani sintonizzat@ per la prossima sgambata! 😉

Elisabetta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...